"Innioranza" nasce come un'autoammissione di ignoranza, quel concetto socratico del "l'unica cosa che so è di non sapere".

Crediamo fortemente che in questo periodo in cui tutti sanno tutto, accarezzare questo vecchio pensiero sia un ottimo punto di partenza. Ricominciamo ad avere voglia di imparare ed ascoltare, ed ammettiamo i nostri limiti e le nostre lacune, esponiamole senza vergogna e cerchiamo sempre di colmarle.

Da qui la nostra produzione, con cui cerchiamo di scardinare dogmi, serietà, grandi icone, cercando di seguire il flusso della nostra ispirazione, senza sottostare alla frenetica schizofrenia della moda e delle sue stagioni. Per questo non troverete mai collezioni autunno/inverno o primavera/estate: preferiamo di gran lunga far uscire le nostre creazioni, come si dice in linguaggio tecnico, a "cazzo di cane", ossia ogni volta che ne avremo l'ispirazione.

 

innioranza

Il primo storico logo, ancora oggi utilizzato in diverse grafiche, è una nuvoletta con un fulmine. Essendo "inniorante", la nuvola doveva essere "sbagliata", e quindi l'abbiamo ribaltata, così da farla fulminare verso i fottuti piani alti.

etichetta-brain.jpg

Il nostro logo attuale è rappresentato da un triangolo su cui è spappolato un cervello, da cui escono dei colori.

Assolutamente libera interpretazione.

Ma possiamo raccontarvi l'ispirazione che l'ha fatto partorire.

Il triangolo è molto di tendenza, in tanti campi. E in questo caso dunque rappresenta tutto ciò che è mainstream, dalla moda alla musica, fino al pensiero, al cibo, ai drink. Insomma, tutto ciò che "globalizza" e appiattisce il nostro gusto e senso del bello. Il cervello è di chi segue ciecamente questo rullo compressore, dimenticandosi dei propri gusti, quelli veri. I colori rappresentano la fantasia che fuoriesce dal cervello come un'emorragia.

PRIMAVERA 2012

Nasce il marchio

INNIORANZA

Era una bella giornata primaverile a Milano quando al bullshits designer Andrea Paladini (aka Lungo Maltese, aka Pala), sotto una doccia tiepida al profumo di bagnoschiuma ai cavolfiori e zola, viene la folgorazione: INNIORANZA, una nuvoletta che fulmina verso i piani alti. Questo non è altro che il risultato di un percorso lungo, che ha inizio una notte in cui suo padre non riusciva a dormire, allungava una mano verso sua madre, che si svegliava in preda ad una vampata di calore e..

Ed ecco che dopo 34 minuti e 21 secondi iniziava il lungo percorso.

 

Fin dai tempi delle scuole Pala mette al centro delle proprie creazioni ironia e sarcasmo, giochi di parole e disegni infantili, provocazioni e nonsense.

“Da quando ero alle scuole elementari ho sempre goduto nel far ridere le persone”, racconta Pala in un’intervista rilasciata a se stesso. “Cercavo sempre la battuta, il gesto, la vignetta per strappare qualche risata. Alle medie e alle superiori ho affinato queste capacità, e all’università ho cercato di trasporla nella produzione degli abiti. Ma la via migliore, pensai, è su una semplice t-shirt. Antropologicamente l’uomo ha sempre avuto il bisogno di comunicare con il proprio corpo. La semplicità e l’immediatezza di una t-shirt e di un suo design o slogan soddisfano appieno questo bisogno, forse più di qualsiasi altro indumento.”

L’intervista prosegue tra scambi di battute tra me e il sottoscritto, cioè l’intervistato, io, il sottoscritto ergo l’intervistatore.

I tempi della bancarella:

L’aforisma “ridi, e il mondo riderà con te” resta al centro della produzione di Innioranza, che vede il suo debutto ufficiale non in Italia, ma in una piccola e affollata isola greca, Ios, inizialmente sotto il marchio Lungo Maltese, con una splendida bancarella itinerante di legno e cartone che manco li cani.

Due anni di rodaggio tra turisti provenienti da ogni parte del mondo consolidano la riuscita del progetto, che sfocia così nella prima boutique nell’estate 2014 sempre sull’isola di Ios, nell’inaugurazione dello shop online, e nella distribuzione in alcuni negozi del nord italia a partire dall’autunno 2014.

PRIMAVERA 2014

Apertura Boutique

Ios Island, Greece

Produzione responsabile

(innioranza

non è

ignoranza).

La maggior parte dei nostri prodotti vengono stampati con inchiostri a base acqua, a basso impatto ambientale, sia nel nostro laboratorio di Milano che nel laboratorio Sericraft ai Docks Dora di Torino e Barletta. I capi basic sono prodotti da chi da sempre garantisce eccellente qualità, utilizzo di processi e materiali a ridotto impatto ambientale e responsabile socialmente riguardo le condizioni dei lavoratori.

Cerchiamo quindi di impegnarci sempre per darvi t-shirt sostenibili e equosolidali.

Perchè INNIORANZA non è IGNORANZA.

Ogni diritto è riservato a tutti.

 
Andrea Paladini

Funder, Designer, Graphics, Phics, Ics, Production, Maid, Social, Good Vibes

Francesca D'Aloisio

Handmade Production, Marketing, Eventi, Etrenta, Equaranta

Jacopo Dani

Social, Photos, Videos, Genitalia version of Neil The Great Artist

Marco Ferenczi

Web, Sommelier, Japanese Stuff

Stefano Franco

Graphics, Motivator, Lover

Marco "Yun" Zamichiei

Organizer, Backbone

Konstantis Alexopoulos

Ambassador, Photos, Social

Max Biancardi

Video Making, Photos, Fisherman